Scheda del Corso

Politiche sociali e del territorio

  • Classe di Laurea: Sociologia
  • Tipo di corso: Specialistico/Magistrale
  • Area didattica: Sociologia
  • Scuola: Scuola delle Scienze Umane e Sociali
  • Dipartimento: Dipartimento di Scienze Sociali
  • Durata: 2 anni
  • Accesso al Corso: Laurea di 1° livello
  • Coordinatore: prof.ssa Dora Gambardella
  • Sito Web: www.scienzesociali.unina.it
  • Ufficio Segreteria Studenti: Segreteria Studenti Area didattica Sociologia
  • Sportello di Orientamento:
  • Obiettivi specifici:

    Il corso di laurea ha come obiettivi specifici di carattere trasversale la valorizzazione dell'approccio interdisciplinare nell'analisi dei fenomeni sociali e territoriali, attraverso l'insegnamento di discipline in ambito sociologico, storico, geografico, antropologico, economico, demografico e giuridico, e la trasmissione di abilità pratiche volta ad aumentare l'occupabilità dei laureati attraverso l'adozione di approcci didattici interattivi e a forte valenza operativa.

    Il percorso di studio offerto dal CdS si articola in due aree di apprendimento:

    • a) l'area delle teorie per l'analisi delle politiche sociali e territoriali
    • b) l'area dei metodi per l'analisi, la progettazione e la valutazione delle politiche

    Le due aree offrono ai laureati magistrali in Politiche Sociali e del Territorio gli strumenti necessari, in termini di conoscenze e capacità, per svolgere attività professionali di consulenza specialistica e di direzione in qualità di esperti negli ambiti della programmazione, gestione e valutazione delle politiche sociali e del territorio, nel settore pubblico, privato e del privato sociale, attività che costituiscono le destinazioni occupazionali privilegiate per il profilo professionale in uscita dal CdS.

    I laureati del corso di laurea magistrale in "Politiche sociali e del territorio" devono avere acquisito le seguenti competenze:

    Competenze di base:

    • la capacità di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, una lingua straniera (preferibilmente inglese), sia nello specifico ambito di competenza, sia anche per lo scambio di informazioni generali;
    • la capacità di lavorare in team ed all'interno di organizzazioni complesse, dimostrando autonomia, flessibilità, capacità di coordinamento e rispetto dei tempi;
    • capacità relazionali e di comunicazione verso l'esterno ed all'interno della propria organizzazione/team di lavoro;
    • capacità di comunicare efficacemente e di presentare informazioni complesse, oralmente e per iscritto, utilizzando le ICT e un appropriato linguaggio tecnico;
    • capacità di apprendimento, innovazione e problem solving.

    La formazione di queste ultime capacità verrà sostenuta attraverso l'utilizzo di materiali didattici in lingua inglese e di forme di didattica con forte valenza operativa e che coinvolgano attivamente lo studente in attività di reporting e di presenting.

    Competenze specifiche:

    • la capacità di analizzare fenomeni e contesti sociali inquadrandoli nell'ambito delle trasformazioni economiche, socio-demografiche e geopolitiche. Forniscono tali competenze gli insegnamenti di Sociologia dell'esclusione sociale; Istituzioni di diritto pubblico e di diritto amministrativo; Geografia economico-politica; Antropologia economica; Demografia; Analisi delle dinamiche urbane e metropolitane; Storia Sociale.
    • la capacità di progettare e realizzare ricerche sociali nel settore delle politiche. Tale capacità verrà sviluppata nell'ambito di tutti gli insegnamenti attraverso la focalizzazione sugli aspetti metodologici della ricerca nei diversi settori di policy.
    • la capacità di analizzare e programmare politiche pubbliche, con particolare riguardo alle politiche sociali, educative, di sviluppo, della pianificazione urbana e del lavoro. Forniscono tali competenze gli insegnamenti di Analisi delle politiche pubbliche; Pianificazione territoriale e sviluppo sostenibile; Politiche di sviluppo locale; Modelli di città e politiche urbane; Politiche del Lavoro; Politiche educative.
    • le competenze teoriche e metodologiche per analizzare, programmare e valutare le politiche sociali e territoriali in chiave comparata, a livello nazionale e internazionale attraverso la conoscenza avanzata dei metodi e delle tecniche relative al monitoraggio e valutazione degli esiti e dell'impatto sociale delle politiche pubbliche, relativamente ai temi dell'inclusione e della coesione sociale, dell'occupazione, dei movimenti migratori, della pianificazione territoriale, dell'ambiente, ecc. Contribuiscono alla formazione di tale capacità gli insegnamenti di: Politiche Sociali, Valutazione delle politiche, Metodi statistici per la valutazione dei servizi, reti sociali, politiche e comunicative.
    • la capacità di leggere i fenomeni e le politiche sociali attraverso una ottica di genere. Tale capacità verrà sviluppata nell'ambito di tutti gli insegnamenti attraverso la veicolazione di contenuti volti alla interiorizzazione di una prospettiva di genere.
  • Il corso di studio in breve:

    Il Corso di Laurea Magistrale in Politiche Sociali e del Territorio (LM-88) ha durata biennale (120 CFU). Per l'iscrizione è necessario essere in possesso di una laurea triennale o di una laurea quadriennale o titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto come equipollente.

    Con la laurea magistrale in POLITICHE SOCIALI E DEL TERRITORIO si intende formare specialisti, con funzioni di dirigenza, coordinamento o consulenza, della programmazione e della pianificazione sociale anche a livello locale e territoriale, della cooperazione e dello sviluppo locale.

    L'obiettivo formativo di questo corso di laurea magistrale è quello di fornire una formazione avanzata nel campo della teoria sociologica e delle altre scienze sociali (antropologia, economia, storia sociale, demografia, geografia economico-politica) sia di ordine teorico che metodologico, volta all'acquisizione della capacità di analisi dei fenomeni sociali e delle dinamiche di mutamento delle società contemporanee nella dimensione locale, nazionale e globale, di progettazione di adeguati interventi ad essi pertinenti, nonché di monitoraggio e valutazione degli esiti di politiche pubbliche e di programmi di intervento nei vari settore del sociale. Il Corso di Laurea Magistrale in Politiche Sociali e del Territorio offre ai propri laureati la possibilità di sviluppare le competenze necessarie per raccogliere e interpretare i dati utili per la progettazione, il monitoraggio e la valutazione delle politiche pubbliche anche in chiave comparata, con particolare riferimento ai temi dell'inclusione e della coesione sociale, dell'occupazione, dei movimenti migratori, della pianificazione territoriale, dell'ambiente. I laureati saranno in grado di: modellizzare, analizzare e comparare fenomeni sociali anche in un'ottica di genere; predisporre e condurre progetti nel campo della ricerca sociale in generale e in particolare nell'ambito delle politiche sociali e del territorio; monitorare e valutare le politiche sociali e territoriali, anche da un punto di vista comparativo a livello nazionale ed internazionale.

    Le finalità formative del corso orientano un percorso formativo i cui ambiti principali riguardano in particolare: l'analisi, la progettazione e la valutazione delle politiche per lo sviluppo e la promozione del territorio; l'analisi, la progettazione e la valutazione delle attività di governance; l'analisi organizzativa e del lavoro; l'analisi dei processi di regolazione dei mercati del lavoro; l'analisi, la progettazione e la valutazione delle politiche del lavoro, della sicurezza sociale, educative e della pianificazione urbana e dello sviluppo.

    I laureati del Corso di Laurea Magistrale in Politiche Sociali e del Territorio acquisiscono:

    • una conoscenza avanzata delle discipline sociologiche ed una elevata capacità di analisi e di interpretazione dei fenomeni e delle politiche sociali e del territorio;
    • una conoscenza avanzata delle discipline affini, per una adeguata comprensione delle variabili di contesto: demografiche, economiche, storiche, politiche, etc.;
    • le conoscenze teoriche, metodologiche e la strumentazione tecnica necessaria per lo svolgimento di analisi avanzate nell'ambito degli interventi e delle politiche sociali e territoriali a livello locale, regionale, nazionale, internazionale.


    I laureati del CdS maturano competenze riguardanti:

    • l'analisi dei processi di trasformazione in atto nelle società complesse, con particolare riferimento alla sfera del welfare (pubblica e del privato-sociale) e del mercato del lavoro;
    • l'analisi delle trasformazioni degli insediamenti territoriali;
    • l'analisi, la progettazione e la valutazione delle politiche del lavoro e della sicurezza sociale;
    • l'analisi, la progettazione e la valutazione delle politiche e dei sistemi territoriali, delle politiche per lo sviluppo e la promozione del territorio;
    • l'analisi, la progettazione e la valutazione delle attività di governance;
    • l'analisi e la valutazione delle politiche educative, nella loro integrazione con le politiche sociali, del lavoro e del territorio.

    Il curriculum dei laureati magistrali in Politiche Sociali e del Territorio comprende una quota di attività formative orientate all'apprendimento di capacità operative in uno specifico settore lavorativo, prevedendo anche, in relazione a obiettivi specifici, una ampia gamma di tirocini formativi presso enti o istituti di ricerca, laboratori, aziende ed amministrazioni pubbliche e soggiorni di studio all'estero nel quadro di accordi internazionali con altre università europee.

    Il Corso di Studio fornisce il complesso delle competenze avanzate, teoriche e pratiche, necessarie a svolgere le seguenti funzioni:

    • analisi dei fenomeni e dei contesti sociali;
    • progettazione e realizzazione di ricerche sociali;
    • analisi e programmazione delle politiche pubbliche, con particolare riguardo alle politiche di sviluppo, del lavoro e della pianificazione urbana;
    • programmazione e valutazione delle politiche sociali;
    • progettazione e formazione;
    • analisi organizzativa.

    Sbocchi occupazionali
    I laureati magistrali in Politiche Sociali e del Territorio potranno svolgere attività professionali di consulenza specialistica e di direzione in qualità di esperti negli ambiti della programmazione, gestione e valutazione delle politiche sociali e del territorio, nel settore pubblico, privato e del privato sociale.

  • Conoscenze richieste per l'accesso:

    Per l'accesso al corso di laurea magistrale in Politiche sociali e del Territorio è richiesto il seguente Titolo di studio:
    Laurea, in una delle classi previste dal Decreto Ministeriale 270/04 ovvero dal Decreto Ministeriale 509/99: (Classi delle lauree D.M. 270/04 / Classi delle lauree D.M. 509/99)

    • L-39 Servizio sociale / 06 Scienze del servizio sociale
    • L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali / 15 Scienze politiche e delle relazioni internazionali
    • L-15 Scienze del turismo
    • L-16 Scienze dell'amministrazione e dell'organizzazione / 19 Scienze dell'amministrazione
    • L-37 Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace / 35 Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace
    • L-40 Sociologia / 36 Scienze sociologiche
    • L-41 Statistica /37 Scienze Statistiche

    Oppure Laurea quadriennale in Sociologia, o Titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo.

    Per accedere al corso di laurea magistrale in Politiche sociali e del Territorio è necessario essere in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari con un livello di competenza almeno B1.

    Una apposita Commissione valuta il percorso formativo e curriculare degli iscritti e riscontra l'effettivo possesso dei requisiti per l'accesso, anche in riferimento all'acquisizione delle competenze linguistiche.
    È consentito l'accesso a laureati in classi diverse da quelle sopra elencate previa valutazione del percorso formativo e curriculare da parte della Commissione.

  • Orientamento in ingresso:

    I referenti di Dipartimento per l'Orientamento forniscono informazioni a quanti intendono proseguire la formazione universitaria iscrivendosi a corsi di laurea magistrali; nello specifico, le azioni di orientamento sono rivolte a chi ha conseguito la Laurea in una delle classi previste dal Decreto Ministeriale 270/04 (Decreto Ministeriale 509/99). Si precisa che sono previste azioni di orientamento specifiche per coloro che non posseggono un titolo in una delle classi previste per costoro l'ammissione al Corso di Laurea Magistrale è subordinata a una valutazione preliminare di una Commissione nominata dal Consiglio di Dipartimento.
    Le azioni di orientamento prevedono:

    • 1. colloqui individuali
    • 2. diffusione di materiale informativo periodicamente aggiornato
    • 3. visita guidata alle strutture di didattica e ricerca: Radio di Ateneo, Biblioteca, Centro Audiovisuale, aula informatica, ecc.

    Presso la sede del Dipartimento è presente lo sportello ORIENTA che supporta l'area didattica nell'orientamento in ingresso nel fornire informazioni relative alle procedure amministrative, ai corsi, ai docenti, ai piani di studio e al riconoscimento dei CFU anche attraverso materiale informativo. lo sportello, gestito in collaborazione con gli studenti part-time, nell'ordinario resta aperto due giorni alla settimana, il lunedì dalle ore 10,00 alle ore 14,00 ed il giovedì dalle ore 10.00 alle ore 17.00 per far fronte alle esigenze degli studenti lavoratori e in coincidenza con l'apertura pomeridiana della Segreteria Studenti del Dipartimento; in determinati periodi dell'Anno Accademico (immatricolazione, test di ingresso, incontri con le scuole) lo Sportello Orienta resta aperto anche il martedì (dalle ore 10,00 alle ore 14,00)

    Si precisa che sono disponibili Miniguide per l'orientamento in ingresso diffuse grazie alla piattaforma Federica Web Learning dell'Ateneo.

  • Prova finale:

    La prova finale per il conseguimento del titolo di dottore magistrale in Politiche sociali e del territorio, corrispondente a 21 CFU, prevede la discussione orale di una dissertazione scritta su una ricerca innovativa svolta nell'ambito delle tematiche oggetto del corso di laurea, avente l'impostazione di un saggio scientifico, con note, analisi delle fonti e documentazione bibliografica. Il tema di ricerca sarà concordato con un docente relatore che assisterà lo studente nel lavoro di elaborazione e stesura del testo; la presentazione potrà eventualmente essere corredata da un prodotto multimediale innovativo, concernente l'applicazione di una delle attività di ricerca effettuate.

  • Servizi Aggiuntivi:
    • Biblioteca della Facoltà di Sociologia: Vico Monte di Pietà, 1 Napoli
    • Laboratorio Didattico-Informatico
  • Per approfondimenti:

    Scheda Universitaly


Piano di Studi

Piano di studi a.a.2016/2017 

Requisiti di ammissione per l'a.a. 2016/2017

Piano di studi a.a. 2015/2016

Piani di studio anni precedenti:

 Piano di studi a.a. 2014/2015

 Piano di studi a.a. 2013/2014

 Piano di studi a.a. 2012/2013

Lo studente deve attenersi al piano di studi del proprio anno di immatricolazione per l'intero percorso di studi. 

Il percorso di studi visualizzabile nella procedura segrepass  corrisponde al piano di studi. Eventuali anomalie devono essere immediatamente segnalate all'Ufficio Didattica segreteriadidattica.sociologia@unina.it


Elenco insegnamenti

Ripartizione insegnamenti su semestri

 

Primo Anno

 

A.A. 2016/2017 (rif. Piano di studi 2016/2017)

  1. Analisi delle dinamiche urbane e metropolitane (Prof. Giovanni Laino)
  2. Antropologia economica (Prof.ssa Gianfranca Ranisio)
  3. Analisi delle politiche pubbliche (Prof.ssa Silvia Bolgherini)
  4. Demografia (Prof. Giuseppe Gabrielli)
  5. Metodi per la ricerca in contesti educativi (Prof. Emiliano Grimaldi)
  6. Politiche del lavoro (Prof.ssa Giustina Orientale Caputo)
  7. Politiche sociali (Prof.ssa Enrica Morlicchio)
  8. Psicologia del rischio biopsico-sociale (Prof. Roberto Fasanelli)
  9. Politiche educative (Prof. Roberto Serpieri)
  10. Reti sociali, politiche e comunicative (Prof. Luciano Brancaccio)
  11. Sociologia del territorio (Prof.ssa Anna Maria Zaccaria)
  12. Sociologia del turismo (Prof. Fabio Corbisiero)
  13. Valutazione delle politiche (Prof.ssa Dora Gambardella)

A.A. 2015/2016 (rif. Piano di studi 2015/2016)

  1. Politiche sociali (Prof.ssa Giovanni Attademo)
  2. Istituzioni di diritto pubblico e diritto amministrativo (Prof.ssa Angela Ferrari Zumbini)
  3. Antropologia economica (Prof.ssa Gianfranca Ranisio)
  4. Geografia economico-politica (Prof. Vittorio Amato)
  5. Politiche del lavoro (Prof.ssa Giustina Orientale Caputo)
  6. Analisi delle dinamiche urbane e metropolitane c/o Dip. di Architettura (Prof. Giovanni Laino)
  7. Valutazione delle politiche (Prof.ssa Dora Gambardella)
  8. Modelli di città e politiche urbane (Prof.ssa Anna Maria Zaccaria)
  9. Pianificazione territoriale e sviluppo sostenibile (Prof. Fabio Corbisiero)
  10. Politiche educative (Prof. Roberto Serpieri)
  11. Politiche di sviluppo locale (Prof.ssa Maria Giannini)
  12. Demografia c/o Dip. Scienze Politiche (Prof. Salvatore Strozza)

 

Secondo Anno

 

A.A. 2016/2017 (rif. Piano di studi 2015/2016)

  1. Analisi delle politiche pubbliche (Prof.ssa Silvia Bolgherini)
  2. Metodi statistici per la valutazione dei serivzi (Prof.ssa Marina Marino)
  3. Reti sociali, politiche e comunicative (Prof. Luciano Brancaccio)
  4. Sociologia dell'esclusione sociale (Prof.ssa Antonella Spano')
  5. Storia sociale (Prof.ssa Daniela Luigia Caglioti)

A.A. 2015/2016 (rif. Piano di studi 2014/2015)

  1. Sociologia dell'esclusione sociale (Prof.ssa Antonella Spano')
  2. Analisi delle politiche pubbliche (Prof.ssa Silvia Bolgherini)
  3. Metodi statistici per la valutazione dei serivzi (Prof. Maurizio Lauro)
  4. Storia sociale (Prof. Olindo De Napoli)
  5. Reti sociali, politiche e comunicative (Prof. Luciano Brancaccio)

Orario lezioni

Anno Accademico 2016/2017

I semestre: 3 ottobre 2016 - 16 dicembre 2016

  1. Orario dei corsi Primo Semestre

II semestre: 1 marzo 2017 - 26 maggio 2017

  1. Orario dei corsi Secondo Semestre

 

Anno Accademico 2015/2016

I semestre: 1 ottobre 2015 - 17 dicembre 2015

  1. Orario dei corsi Primo Semestre

II semestre: 1 marzo 2016 - 27 maggio 2016

  1. Orario dei corsi Secondo Semestre

 


Calendario esami

Esami di profitto a.a. 2016/2017

Sessioni degli esami di profitto a.a. 2016/2017

 

Calendari degli esami di profitto:

  1. calendario esami di profitto della sessione estiva

 

Calendari esami di profitto sessioni concluse:

  1. calendario esami di profitto della sessione anticipata

 

Esami di profitto a.a. 2015/2016

Sessioni degli esami di profitto a.a. 2015/2016

 

Calendari degli esami di profitto:

  1. calendario esami di profitto della sessione straordinaria (gen-feb 2017)

 

Calendari esami di profitto sessioni concluse:

  1. calendario esami della sessione autunnale
  2. calendario esami di profitto della sessione estiva
  3. calendario esami di profitto della sessione anticipata

 


Calendario sedute di laurea

 

INFORMAZIONI UTILI

  1. Per l'orientamento alla scelta del tutor/relatore vai alla pagina
  2. Per la guida all'esame di laurea magistrale vai alla pagina
  3. Per la modulistica vai alla pagina

 

SEDUTE DI LAUREA A.A. 2016/2017

  1. Sessione estiva degli esami di laurea (Luglio 2017)
  2. Sessione autunnale degli esami di laurea (Ottobre 2017)
  3. Sessione invernale degli esami di laurea (Dicembre 2017)
  4. Sessione straordinaria (Marzo 2018)

 

SEDUTE DI LAUREA A.A. 2015/2016

Sessioni prossime:

  1. Sessione invernale degli esami di laurea (Dicembre 2016)
  2. Sessione straordinaria degli esami di laurea (Marzo 2017)

Sessioni concluse:

  1. Sessione estiva degli esami di laurea (Luglio 2016)
  2. Sessione autunnale degli esami di laurea (Ottobre 2016)
 

Ordinamenti precedenti